giri Estrattore di succo

Ebbene si, la velocità è la caratteristica principale di ogni estrattore di succo. Questo è sicuramente uno dei parametri più importanti da valutare prima di scegliere il miglior estrattore che fa al caso vostro. In questa guida parleremo dell’importanza della velocità che ogni estrattore di succo deve assolutamente avere.

 

Leggi anche: A cosa server un estrattore?

 

Velocità di un Estrattore di succoGli esperti ritengono che le migliori prestazioni sono garantite dagli estrattori capaci di raggiungere una velocità non superiore agli 80/1000 giri ogni 60 secondi. Questo perché, assicurano un ottimo rapporto qualità/bontà del succo, senza riscaldare eccessivamente la coclea e riducendo al minimo il rischio di ossidazione della frutta e perdita delle sostanze nutritive.

Teniamo conto che la maggior parte degli estrattori di succo presenti in commercio attualmente, offrono una velocità di circa 40/80 giri al minuto, ma l’esperienza e gli studi nel settore hanno dimostrato che più la velocità del motore è bassa, più la frutta assorbe ossigeno, con conseguente ossidazione del succo.

Anche se gli estrattori vengono in genere forniti con queste prestazioni tecniche per una serie ovvi di motivi, tra i quali spiccano il risparmio energico e l’uso di un motore meno potente e dunque più economico, è consigliabile optare per estrattori più veloci, ma che al contempo riescano a mantenere una temperatura di riscaldamento bassa (a tal fine sono stati creati gli estrattori di succo a freddo, che usano una tecnologia moderna che consente di ottenere un succo senza riscaldare gli alimenti durante l’estrazione).

 

Leggi anche: Meglio un estrattore o centrifuga?

 

Molti siti di e-commerce, nell’intento di pubblicizzare i propri prodotti, dimenticano spesso di specificare un’importante caratteristica degli enzimi della frutta, e cioè il fatto che questi ultimi bruciano soltanto se esposti ad una temperatura di 50° centigradi, difficilmente raggiungibile da qualsiasi centrifuga e dunque anche dall’estrattore di succo (i motori a bassa velocità inoltre, sono spesso caratterizzati da una struttura con spazzole limitate, che nell’intendo di estrarre la parte liquida e scartare la fibra superflua dell’alimento si surriscaldano eccessivamente, con conseguente riscaldamento del succo).

Per una buona efficienza è necessario dunque acquistare un estrattore ad media/alta velocità, perché consente di ottenere un succo più puro e genuino rispetto ai frullatori e ad altre tipologie di centrifughe.

Infatti, si ritiene che un estrattore con capacità di 80/100 giri al minuto sia in grado di estrarre il massimo di succo dal frutto, mantenendo inalterate le sue caratteristiche nutrizionali e rilasciando al contempo un’elevata quantità di polpa nel succo.

 

Leggi anche: Le migliori ricette da fare con l’estrattore di succo?

 

Gli estrattori di succo a freddo rappresentano i migliori prodotti presenti sul mercato, proprio perché consentono di estrarre la parte liquida dell’alimento senza surriscaldarlo (la caratteristica principale dell’estrattore a freddo, rispetto a quelli a caldo, risiede nel fatto che il primo, non surriscaldando il succo, conserva tutti i principi attivi e i minerali della frutta, mentre il secondo, a causa del surriscaldamento, lo impoverisce e brucia le sostanze benefiche presenti negli alimenti).

Potrebbe interessarti anche:

Articolo aggiornato al: