Ciao,
sono Marco.

Si sa, russare non è una bella cosa soprattutto se a dormire non si è da soli. Infatti, la roncopatia è una delle cause di malesseri notturni più comuni sia per chi ne soffre che per chi dorme insieme alla persona che ne è affetta. Secondo recenti studi 1 persona su 4 soffre di russamento patologico che si può presentare in maniera cronica o sporadica.

Gli uomini di età compresa tra i 35 e i 55 anni sono le persone più colpite della malattia; mentre per quanto riguarda le donne il disturbo si manifesta dopo la menopausa o durante la gravidanza. Per affrontare il problema, è bene capire quali sono le cause per poi applicare alcuni rimedi che possono risolvere del tutto il problema.

Il russare e i sintomi

Il rumore che si produce mentre si russa, raggiunge i 90 dB ed è paragonabile al rumore di un autotreno o di un martello pneumatico. Se non si interviene subito per cercare di risolvere questo problema, è probabile che questo peggiori. Dato che la roncopatia, come abbiamo detto, è un vero e proprio disturbo nel sonno si può venire in contro ad altri sintomi come sonnolenza, cefalea, mal di gola, stress e scarsa capacità di attenzione. Quando il russare è intermezzato da rantoli e silenzi, si tratta di apnee notturne che se presenti in modo prolungato e ripetuto possono portare a complicanze come:

  • Ipertensione;
  • Aritmie;
  • Aumenti dei rischi di infarto e ictus.

Per questo motivo, in caso di apnee notturne è sempre consigliato rivolgersi ad un medico.

Le cause

Il russamento sporadico è causato da disturbi del sonno o da alcune difficoltà respiratorie; invece la causa del russamento cronico sta nel rilassamento del palato molle o dei tessuti molli della gola (l’ugola, le tonsille e la base linguale) che prolassando ostruiscono le vie respiratorie. Nel primo caso si può ricorrere ad efficaci rimedi che possono rimuovere il problema in tempi molto brevi. Per il secondo caso, invece, si dovrà adoperare un intervento chirurgico per ristabilire la giusta respirazione nasale.

Parlando della roncopatia lieve, in ogni individuo può avvenire per diversi motivi, ma come capire di cosa si tratta? Ci sono alcuni accorgimenti che possono indicare la vera motivazione per la quale si russa. Innanzitutto facciamo una distinzione: bocca aperta o bocca chiusa? Se si russa con la bocca chiusa, la causa risiede nella lingua; se si russa con la bocca aperta i problemi potrebbero derivare dal naso o della scorretta postura che si assume mentre si dorme; infine, se si russa in qualsiasi posizione allora il problema di fondo è piuttosto serio trattandosi di russamento cronico. Un’altra causa potrebbe essere una scorretta posizione durante il sonno: in questo caso potrà servire sollevarsi un po’ con qualche cuscino in più in modo da sollevare il tronco e liberare le vie respiratorie, oppure posizionarsi su un fianco.  È importante capire bene la causa del problema perché l’individuazione della ragione per cui persiste il problema, è il miglior modo per arrivare velocemente alla soluzione.

Alcuni accorgimenti che possono alleviare il problema

Avvolte senza accorgercene compiamo alcuni sbagli che spesso peggiorano il problema del russare. Se si soffre di questo disturbo sarà meglio evitare di:

  • Assumere sonniferi o farmaci: il russare può essere un effetto collaterale dell’assunzione di farmaci o sonniferi;
  • Bere caffè e alcool: essendo degli eccitanti, il caffè e l’alcool non consentono il buon riposo;
  • Mangiare cibi molto grassi prima di andare a dormire: i pasti ricchi di grassi causano il restringimento delle vie aeree pressando il diaframma e causando la roncopatia;
  • Fumare: il fumo va ad intaccare le vie respiratorie non permettendo una buona respirazione e causando la roncopatia;
  • Eccedere con il peso: quando è presente un eccesso ponderale si accumula del grasso anche dietro la gola e rappresenta spesso una causa della roncopatia;
  • Eccesso di secchezza nella camera da letto: è bene mantenere un adeguato livello di umidità nella camera in cui si dorme ed è, inoltre, consigliato fare un bagno caldo che possa rilassare tutti i muscoli prima di andare a dormire.

Rimedi naturali per smettere di russare

Esistono alcuni rimedi naturali, spesso definiti “rimedi della nonna” che possono eliminare in parte o del tutto il problema della roncopatia e tornare a beneficiare di un ciclo di sonno soddisfacente che sta alla base di un adeguato benessere fisico.

Oli essenziali
Tra i rimedi naturali per combattere la roncopatia, ci sono gli oli essenziali ricavati da alcune piante con speciali proprietà emollienti, disinfettanti e decongestionanti che svolgono un effetto benefico sulle mucose e sulla ventilazione nasale. Alcuni di questi sono:

  • L’olio essenziale di timo,
  • L’olio essenziale di menta piperita,
  • L’olio essenziale di perilla,
  • L’olio essenziale di eucalipto.

Con questi prodotti è possibile preparare dei composti da cospargere sotto il naso o delle soluzioni da inalare prima di andare a dormire tramite aerosol. Si possono usare singolarmente o in combinazione: ad esempio si può creare una soluzione di acqua bollente, 2 gocce di olio essenziale di timo, 2 gocce di olio essenziale di menta piperita e 3 gocce di olio essenziale di eucalipto.

Un’altra ottima soluzione è quella di miscelare 25 ml di olio essenziale di eucalipto, 25 ml di olio essenziale di pino mugo, 25 ml di olio essenziale di ginepro e 25 ml di olio essenziale di menta piperita. Dopo aver preparato la miscela, bisognerà versarne alcune gocce su un panno umido e posizionarlo su un termosifone acceso della camera da letto. In alternativa, sarà possibile mettere alcune gocce della miscela o nei diffusori di aromi oppure direttamente nell’umidificatore della stanza. Così facendo durante la notte si sprigioneranno degli aromi benefici che saranno ancora più efficaci se prima di andare a letto si libera il naso tramite una irrigazione fatta con una pompetta carica di acqua e sale marino per disinfettare e decongestionare le mucose.

Suffumigi
I suffumigi fatti con acqua e bicarbonato o con alcune gocce degli oli essenziali sopracitati, sono degli efficacissimi rimedi naturali.

L’aria
Come abbiamo già accennato prima, è fondamentale che la qualità dell’aria sia buona per consentire sonni profondi e senza problemi. I fattori che compromettono la qualità dell’aria sono:

  • Eccesso o difetto di umidità: che può causare problemi alle vie respiratorie;
  • Presenza di polveree scarsa igiene: soprattutto per chi soffre di allergie;
  • Inquinamento domestico: che a volte supera fino a 5 volte l’inquinamento presente fuori casa.

Lo stile di vita
Lo stile di vita contribuisce davvero tanto a migliorare la qualità del sonno e a smettere di russare. Come abbiamo precedentemente detto, ci sono alcune cattive abitudini che possono causare la roncopatia. Quello che bisogna fare è mantenere un sereno e sano stile di vita che non solo vi aiuterà a eliminare questo problema, ma anche tutti gli altri garantendo un ottimo stato di salute. Stiamo parlando di alcune buone abitudini come:

  • Perdere peso(se si è in sovrappeso);
  • Evitare bevande alcoliche(specialmente la sera);
  • Migliorare l’alimentazione(soprattutto a cena);
  • Fare sport(può bastare anche una corsetta o una passeggiata in riva al mare);
  • Bere molta acqua (per favorire una corretta idratazione di tutto il corpo);
  • Bere un bicchiere d’acqua prima di andare a dormire;
  • Fare esercizi di respirazione;
  • Dormire per almeno 8 ore al giorno(evitare quindi di fare le ore piccole cercando di mantenere un certo ciclo andando a dormire sempre alla stessa ora);
  • Cacciare via lo stress.

Altre soluzioni per smettere di russare
Ci sono poi altre soluzioni non del tutto naturali ma ugualmente efficaci per rimuovere il problema.

I cerotti e i dispositivi in silicone
Tra le soluzioni più conosciute ci sono i cerotti. Sono delle piccole fascette adesive che si applicano sul naso e favoriscono una buona respirazione nasale eliminando il fastidiosissimo rumore provocato dal russare. In commercio ci sono anche dispositivi in silicone che sfruttano lo stesso meccanismo dei cerotti. Entrambi i prodotti si possono trovare facilmente in farmacia o online.

Bite
Il bite è uno strumento in plastica che va indossato come un paradenti o una dentiera. È un ottimo rimedio in quanto impedisce l’ostruzione della trachea evitando di ostacolare il flusso della respirazione e quindi rimuovendo i problemi della roncopatia.

Braccialetti anti-russamento
Ci sono in commercio degli braccialetti che rilevano il rumore del russare trasmettendo impulsi elettrici e un accurato biofeedback chi lo indossa. Questi servono ad aiutare a mantenere una buona posizione sollevata o su un fianco e di monitorare il sonno. Quindi i braccialetti anti-russamento possono essere una buona soluzione se il problema è causato da uno scorretto modo di dormire.

Cantare
Questo rimedio è molto curioso e bizzarro ma senz’altro molto efficace. Cantando o facendo esercizi vocali di questo genere, si tonificano i muscoli della gola riducendo la possibilità di ostruire le vie respiratorie durante la notte.

Farmaci decongestionanti o antistaminici
Se il problema del russare dipende da una allergia o dal problema del naso chiuso, in questo caso sarà una buona soluzione prendere un farmaco decongestionante o un antistaminico. È importante ricordare, però, che questi sono rimedi temporanei e solo in casi di necessità.

Gargarismi con del collutorio
I risciacqui con del collutorio alla menta sono molto utili se la causa è un raffreddore temporaneo o un’allergia perché fanno arretrare i tessuti modelli del naso e della gola.

 

Un saluto,
Marco.

Articolo aggiornato al: