Ciao,
sono Martina.

È molto diffuso, soprattutto in estate, il problema dell’eccessiva sudorazione chiamato “iperidrosi”. In questo articolo vedremo quali possono essere le cause e alcuni rimedi utili che possano aiutare a eliminare questo disagio.

Perché sudiamo?

Innanzitutto partiamo col dire che sudare è un fenomeno del tutto normale ed è molto importante per il benessere del nostro corpo. Infatti serve a regolare la temperatura corporea, a filtrare il sangue e ad espellere tutte le impurità presenti nel nostro organismo. Sudiamo quando la temperatura che ci circonda è abbastanza elevata rispetto a quella del nostro corpo, quando facciamo sport, quando abbiamo la febbre, sotto il sole ecc… Ma quando la sudorazione diventa eccessiva e si fa avanti in un qualsiasi momento allora diventa un’iperidrosi creando disagio a chi ne soffre e a chi gli sta intorno.

Cosa è l’iperidrosi? Quali sono le cause?

L’iperidrosi si verifica quando si altera il sistema nervoso simpatico a causa di altri problemi e il corpo ha bisogno di una maggiore traspirazione per regolare la sua temperatura producendo più sudore del solito (solitamente il sudore prodotto giornalmente è di circa mezzo litro). Questo problema viene fuori soprattutto quando c’è molto caldo e umidità o quando ci sono sbalzi di umore (nervosismo, ansia, rabbia, stress o depressione) e interessa le zone del corpo dove sono presenti le ghiandole sudoripare (ascelle, masi, viso e piedi). Si distinguono 3 diversi tipi di sudorazione:

  • Sudorazione calda: si verifica soprattutto nelle donne durante la menopausa o, in generale, durante i cambiamenti ormonali (anche per gli uomini). La sudorazione calda è anche quella che proviamo quando mangiamo alimenti molto piccanti o proviamo forti emozioni;
  • Sudorazione fredda: si verifica in situazioni critiche come l’infarto, agitazione, indigestione o svenimenti;
  • Sudorazione con febbre: si verifica in presenza di febbre, infezioni batteriche o virus.

In breve le cause per cui si verifica l’iperidrosi sono:

  • Forti emozioni;
  • Alimentazione sbagliata;
  • Stress;
  • Problemi al cuore o al sistema nervoso centrale;
  • Problemi alla tiroide;
  • Obesità;
  • Squilibri ormonali;
  • Presenza di gravi malattie.

È fondamentale rivolgersi a un medico per capire quale sia la reale causa del problema e in modo da cercare un rimedio efficace.

Iperidrosi: alcuni accorgimenti e consigli utili

Esistono alcuni accorgimenti che possono aiutare ad eliminare del tutto (o almeno limitare) il problema della sudorazione eccessiva. Innanzitutto diciamo che bisogna evitare di indossare indumenti sintetici o troppo aderenti. Poi è consigliato curare la propria igiene, usare lozioni antitraspiranti, preferire un’alimentazione sana e povera di grassi che possano rendere difficile la digestione. È consigliato, inoltre, evitare cibi piccanti e speziati come alimenti a base di peperoncino, curry, aglio, cipolla e preferire cibi a base di cereali, verdure e frutta. Un altro consiglio è quello di ridurre lo stress allontanandosi un po’ dal lavoro e dalla faticosa vita quotidiana, avvicinandosi invece a tecniche di meditazione, yoga e respirazione che aiutano a raggiungere stati di assoluto relax e mandare via quell’ansia che causa la sudorazione eccessiva. Infine è sempre un’ottima idea avvicinarsi a uno stile di vita sano evitano di fumare o fare abuso di alcolici.

Iperidrosi: i rimedi

Veniamo al dunque e vediamo quali sono i rimedi per il problema dell’iperidrosi.

L’uso di antitraspiranti
Un rimedio molto valido è quello che riguarda l’uso degli antitraspiranti soprattutto del cloruro di alluminio. Considerato come una soluzione molto efficace, il cloruro di alluminio va messo sulla pelle 2/3 volte a settimana ma con attenzione perché per le pelli più sensibili questo può essere aggressivo e può causare delle irritazioni. Ci sono alcuni antitraspiranti che necessitano di prescrizione medica che contengono un’altissima percentuale di cloruro di alluminio esaidrato il che vuol dire che non sono adatti a tutti i tipi di pelle e per questo motivo bisogna avere il permesso del medico. Gli antitraspiranti vengono spesso scambiati per i deodoranti ma la differenza tra i due è enorme: mentre i deodoranti servono a coprire solo gli odori, gli antitraspiranti bloccano le ghiandole sudoripare facendo sudare di meno. È consigliato applicare il prodotto prima di andare a letto e dopo la doccia in modo da dargli tutto il tempo possibile di agire (solitamente ci vogliono dalle 6 alle 8 ore). Evitare sempre l’applicazione sul viso che ha una pelle piuttosto delicata rispetto al altre parti del corpo (salvo specifiche indicazioni).

La ionoforesi
La ionoforesi è un trattamento che consiste nel somministrare, in maniera continua, alle piante dei piedi e ai palmi delle mani della corrente a bassa intensità. In questo modo i dotti delle ghiandole sudoripare verranno chiusi temporaneamente. È una tecnica efficace per chi soffre di sudorazione eccessiva a livello palmare. Bisogna pur sempre fare attenzione dato che si tratta di un trattamento che può risultare invasivo per il corpo.

Chirurgia
C’è gente che preferisce di affidarsi alla chirurgia facendosi asportare le ghiandole sudoripare. È, però, un rimedio altamente sconsigliato dato che si tratta di ghiandole che svolgono un ruolo importante per il nostro organismo.

Rimedi naturali
Fortunatamente esistono dei rimedi del tutto naturali che non solo ci aiutano a lenire il problema dell’iperidrosi, ma svolgono altre azioni benefiche per tutto l’organismo. Un rimedio naturale può essere dato dalla salvia: sotto forma di olio essenziale di salvia aggiunto in una vasca d’acqua tiepida per fare un bagno oppure sotto forma di decotto da bere prima di dormire. La salvia, infatti, ha delle incredibili proprietà assorbenti e antibatteriche e se ad essa vengono aggiunti timo e lavanda i risultati saranno migliori.

Fanno parte dei rimedi naturali anche l’argilla verde dalle proprietà astringenti e antibatteriche (basta aggiungerne 200 gr nella vasca per un bagno di acqua tiepida) e il decotto a base di estratto secco di quercia.

Esistono delle ricette per creare degli ottimi deodoranti fai da te con gli ingredienti naturali che aiutano a contrastare la sudorazione eccessiva e i cattivi odori. Uno di questi è l’allume di rocca (una sostanza organica forata da sali di potassio e alluminio) che si può utilizzare strofinandolo direttamente sulla zona interessata dopo averla accuratamente lavata con un detergente delicato.

Anche i pomodori rappresentano un rimedio efficace contro l’eccessiva sudorazione: basta versare una tazza di succo di pomodoro nell’acqua da bagno, immergervisi per 15 minuti e risciacquare con un infuso di foglie di eucalipto e acqua o un normale detergente delicato (ad esempio il sapone di pino) per il corpo per avere un effetto definito addirittura miracoloso.

Un altro trattamento astringente consiste nel lavare le mani, le ascelle o i piedi con del tè verde. Occorre far bollire per 15 minuti 4 bustine di tè verde.

E come tralasciare il limone che è l’elemento in natura più astringente in assoluto? Infatti, basta bassare del succo di limone fresco sulla zona interessata per almeno 10 o 15 minuti e risciacquare. Dato che è molto aspro e può dare degli effetti fastidiosi, è ideale effettuare il trattamento raramente.

Rimedi omeopatici

Tra i rimedi omeopatici è famosa la tintura madre di hamamelis che può essere un ingrediente base di un deodorante fai da te. La ricetta prevede l’utilizzo di 50 gocce di estratto (o 15 gr se è secco) da mescolare con 100 ml d’acqua e 2 gocce di estratto di eucalipto (facoltativo).

Un altro rimedio omeopatico è a base di aceto di mele che consiste nel mescolare 10 ml di questo ottimo prodotto in 20 ml d’acqua e bere tutte le mattine a digiuno per poi procedere con una ricca colazione a base di frutta e cereali integrali. Questi due ingredienti possono essere la base di un infuso di equiseto. Per questo infuso basta usare un cucchiaio di equiseto in una tazza d’acqua per poi lasciarlo bollire per almeno 5 minuti. Quando il composto ottenuto si sarà raffreddato, è sufficiente aggiungere poche gocce di aceto di mele per ottenere un liquido contro la sudorazione eccessiva (da applicare con un batuffolo di cotone sulla parte interessata).

Avete mai sentito parlare dell’olio essenziale di tea tree? Sicuramente si, dato che si tratta di un olio essenziale in grado di rimediare tantissimi problemi! Infatti è anche indicato per chi soffre di sudorazione eccessiva. Come? Preparando una miscela da mettere nella zona interessata con 2 gocce di questo prodotto miracoloso e acqua. Non solo sarà rinfrescante, ma è anche un ottimo anti-batterico vegetale.

Se la causa dell’iperidrosi è l’ansia, per lenire questo problema saranno molto efficaci gli infusi di:

  • Valeriana;
  • Melissa;
  • Fiori d’arancio;
  • Passiflora;
  • Menta piperita;
  • Bianco spino;
  • Gelsomino della Virginia (o gelsemium).

Alcune ricette per deodoranti fai da te, infusi e tisane contro l’iperidrosi

Di seguito saranno proposte alcune ricette ideali per creare infusi, deodoranti fai da te e tisane per contrastare la sudorazione eccessiva!

Deodorante in crema alla lavanda

Ingredienti:· 1 cucchiaio di burro di cacao

· 2 cucchiai di cera d’api

· 2 g di timo essiccato

· ½ cucchiaio di olio di ricino

· ½ cucchiaio di olio essenziale di rosmarino

· ½ cucchiaio di olio essenziale di lavanda

· 2 cucchiai di olio di soia

Preparazione:Sciogliere a bagnomaria la cera d’api, unire tutti gli altri ingredienti, mescolare e lasciare raffreddare.
Applicazione:Applicare nelle zone interessate.

Pediluvio alla salvia

Ingredienti:· 1 l d’acqua

· 2 cucchiai di salvia

Preparazione:Bollire l’acqua con la salvia e lascia sul fuoco per altri 3 minuti. Spegnere il fuoco e lasciar intiepidire.
Applicazione:Versare l’acqua tiepida in una bacinella e immergervici i piedi (con una spugna si può applicare anche sulle ascelle). Risciacquare con acqua fredda.

Tisana rilassante per iperidrosi d’ansia

Ingredienti:· 250 ml d’acqua

· 1 cucchiaio di un’erba tra fiori d’arancio/ menta piperita/ tiglio/ passiflora/ camomilla/ valeriana

Preparazione:Bollire l’acqua con il cucchiaio dell’erba scelta.
Applicazione:Bere come una normale tisana calda.

Miscela alle foglie di noce

Ingredienti:· 2 cucchiai di foglie di noce

· ½ litro d’acqua

Preparazione:Far bollire le foglie in acqua per 5 minuti. Spegnere il fuoco e lasciar riposare per poi filtrare l’infuso.
Applicazione:Tamponare sulle zone interessate con un batuffolo di cotone o un semplice panno.

Infuso di coda cavallina

Ingredienti:· 1 cucchiaio di coda cavallina

· 250 ml d’acqua

· q.b. aceto di mele

Preparazione:Far bollire in acqua la coda cavallina per 5 minuti. Lasciar riposare l’infuso e filtrarlo. Aggiungere qualche goccia di aceto di mele.
Applicazione:Applicare sulla zona interessata con un batuffolo di cotone o un panno.

Vapore alla coda cavallina e arancia

Ingredienti:· 2 cucchiai di coda cavallina

· 2 arance

· 250 ml d’acqua

Preparazione:Mettere la scorza delle arance e la coda cavallina in una casseruola insieme l’acqua e portare ad ebollizione.
Applicazione:Posizionare la parte interessata sul il vapore e lasciare agire.

Vasca agli agrumi

Ingredienti:· 2 arance

· 2 limoni

· 1 l d’acqua

· 500 gr di sale grosso

· 3 cucchiai di bicarbonato di sodio

Preparazione:Mettere in una casseruola la scorza delle arance e dei limoni con l’acqua e lasciare bollore. Dopo 3 minuti di bollore lasciar riposare 5 minuti per poi filtrare l’acqua. Riempire la vasca con dell’acqua tiepida ed aggiungere quella dell’infuso più il bicarbonato di sodio.
Applicazione:Immergere tutto il corpo per 15 minuti nella vasca per eliminare tutte le tossine e per un effetto astringente.

Miscela al rosmarino e aceto di mele

Ingredienti:· 250 ml d’acqua

· 2 cucchiai di rosmarino

· ½ tazza di aceto di mele

Preparazione:Mettere in una casseruola l’acqua e il rosmarino e portare a ebollizione per circa 15 minuti. Lasciare intiepidire, filtrare e aggiungere l’aceto di mele.
Applicazione:Applicare sulla zona interessata con un batuffolo di cotone o un panno.

Lavaggio alle foglie di eucalipto

Ingredienti:· 2 manciate di foglie di eucalipto

· 1 l d’acqua

Preparazione:Riscaldare l’acqua con le foglie di eucalipto a fuoco medio per circa 2 minuti. Togliere dal fuoco, lasciare riposare per 5 minuti e filtra.
Applicazione:Lavare la zona interessata con l’acqua all’eucalipto.

Articolo aggiornato al: