migliori Estrattori di Succo a freddo

Ciao,
Sono Gianni.

 

Stai cercando il migliore estrattore di succo? Leggi ora la nostra guida all’acquisto ai migliori estrattori di succo del 2019. Infatti, in questo articolo, scoprirai  i 5 migliori estrattori di succo a freddo che puoi acquistare nel 2019 e i fattori da considerare quando ne compri uno.

 

QUALI SONO I MIGLIORI ESTRATTORI DI SUCCO A FREDDO?

 

COME SCEGLIERE UN ESTRATTORE DI SUCCO?

Cosa è importante sapere quando si sceglie un estrattore di succo? Riassumendo per comodità, prima di acquistare l’estrattore è bene dunque valutare i seguenti elementi:

  • facilità di pulizia
  • ingombro minimo
  • velocità media

 

Leggi anche: Quanti giri deve compiere un estrattore di succo a freddo?

 

Sono questi gli elementi da tenere in considerazione prima di acquistare e scegliere un estrattore di succo. Si consiglia inoltre di acquistare un estrattore munito di garanzia, che consenta di cambiare il motore o le componenti necessarie almeno fino ad un anno dopo l’acquisto.

 

ATTENZIONE: I siti in cui acquistare un estrattore di succo a freddo sono molto numerosi, se si desidera effettuare un acquisto intelligente si consiglia di presentare attenzione soprattuto alle differenze tra centrifuga e estrattori, perché molti rivenditori, spesso inconsapevolmente, trascurano di mostrare le caratteristiche principali dell’elettrodomestico, e che differenziano gli estrattori  dalle comuni centrifughe. Infatti, Le comuni centrifughe sono dotate di meccanismi sicuramente validi ma che non permettono di ottenere delle prestazioni ottimali per qualsiasi alimento (che come suddetto cambiano anche in base alla presenza più o meno rilevante di fibra dura). I prezzi degli estrattori naturalmente sono più costosi, ma questo è dovuto alle caratteristiche elevate di questi elettrodomestici (mentre i prezzi delle centrifuhe sono più bassi, e non superano in genere i 200 euro).

 

Leggi anche: Meglio un Estrattore o una centrifuga?

 

COSA OTTERRETE COMPRANDO UN ESTRATTORE DI SUCCO?

Cosa comprenderla il kit del vostro estrattore di succo una volta acquistato? Una volta acquistato, gli imballaggi del prodotto contengono in genere un manuale d’istruzioni completo, che consente di montare l’oggetto correttamente. Come abbiamo appena visto i componenti sono essenzialmente di 5 tipologie: Il filtro, Il coperchio, le bocche d’ingresso, il pestello e il motore.

L’uso dei diversi modelli degli estrattori di succo come si può notare è molto semplice, perché per attivare l’oggetto è sufficiente montare pochi componenti all’interno del robot ed attivare dei comandi facilmente azionabili. Il robot è dotato di diverse opzioni, che consentono di aumentare e ridurre la velocità di estrazione.

Tutti gli elementi in dotazione nel robot sono altamente igienici e adatti per gli alimenti, conformemente alla normativa vigente. Alcuni estrattori di succo sono forniti di tubi piuttosto grandi, allo scopo di agevolare l’ingresso della frutta e permettere di rovesciarla senza tagliarla in pezzi troppo piccoli, con un notevole risparmio di tempo. Esistono estrattori con bocchette di ampie dimensioni e altri con ingressi ridotti, all’interno delle prime può essere introdotta la frutta tagliata grossolanamente, mentre nei secondi occorre sminuzzarla maggiormente.

 

Leggi anche: A cosa server un estrattore a freddo? e Come si usa un estrattore di succo a freddo?

 

MANUTENZIONE DELL’ESTRATTORE DI SUCCO

Come si conserva un estrattore di succo? Per conservare l’estrattore nel tempo basta seguire piccoli accorgimenti. Gli estrattori sono infatti dotati di una struttura compatta e molto resistente, studiata per resistere nel tempo. Dopo ogni utilizzo è importante pulire adeguatamente l’estrattore, per garantirne la conservazione a lungo termine.

  • LA PULIZIA: L’estrattore può essere pulito esternamente con un semplice panno, ma dopo ogni utilizzo deve essere igienizzato all’interno, per evitare incrostazioni e pericolose proliferazioni di batteri. Prima di pulire il contenitore naturalmente bisogna privarlo degli accessori interni, compresi i filtri e la coclea, successivamente è sufficiente estrarre il contenitore e lavarlo sotto acqua corrente, con una spugna morbida e del sapone comune per piatti.
  • DOVE RIPORLO: Per la corretta manutenzione dell’estrattore si consiglia di riporlo in un luogo pulito e asciutto, assolutamente privo di umidità e mai esposto ai raggi diretti del sole.
  • COME SMONTARLO: Una volta usato infatti, è necessario smontare l’oggetto per estrarre il succo, ma questa operazione può essere effettuata agevolmente e senza rischi, basta infatti sollevare l’apposita bocchetta e porre una ciotola o un bicchiere sotto l’estrattore, per raccogliere tutto il succo. Successivamente può essere estratto anche il filtro e la coclea, facendo attenzione a non farsi male. Anche se i robot in genere sono universali, e possono essere utilizzati per la maggior parte di verdure e frutti, è consigliabile limitarne l’uso per alcune tipologie di ortaggi, che soprattutto se troppo duri, a lungo andare comprometterebbero la funzionalità del robot.

 

Leggi anche: come funziona un estrattore di succo a freddo?

 

COME SFRUTTARE AL MASSIMO L’ESTRATTORE DI SUCCO

Di seguito proveremo ad indicare alcuni consigli, che permettono di sfruttare al massimo le potenzialità del vostro estrattore di succo:

• inserire la frutta gradualmente attraverso l’apposita bocchetta, e mai totalmente all’interno del contenitore
• evitare di tenere l’estrattore in funzione per troppo tempo
• usare la spatola solo esternamente
• usare il “tasto reserve” quando la frutta o la verdura si blocca
• conservare il succo in dei contenitori di vetro
• evitare il contatto diretto del robot con l’acqua
• alternare la velocità durante la preparazione del succo
• alternare l’accensione e lo spegnimento durante il lavoro del robot
• premere la spatola con delicatezza sulla frutta e alternare la pressione durante il lavoro del robot, per facilitare l’estrazione del succo

Anche se la frutta può essere tranquillamente inserita nell’estrattore con la buccia, inoltre, si consiglia comunque di sbucciare alcune categorie di alimenti, quali ad esempio l’arancia, il limone e il cetriolo, mentre alimenti morbidi come mele, fragole e verdure possono tranquillamente essere inseriti con la buccia.

 

Leggi anche: Le migliori ricette da fare con un estrattore di succo a freddo?

 

Un saluto,
da Gianni.

Articolo aggiornato al: