Con l’arrivo di un figlio, soprattutto se si tratta del primo, non si sa mai quali sono gli accessori indispensabili da avere, utili per prendersene cura. La confusione è tanta e recarsi in un negozio specializzato in prima infanzia o fare un giro in rete potrebbe creare solo ulteriori dubbi. Per evitare ciò si possono consultare le recensioni di itop5.it, in cui vengono messi a confronto i migliori prodotti divisi per categoria, in questo modo sarà più facile avere una visione complessiva sulle possibilità che si hanno e si potrà fare una scelta in linea con le proprie esigenze. 

Quali sono gli accessori di cui necessita un neonato 

L’arrivo di un bambino in casa rende necessario l’acquisto di oggetti dedicati al suo benessere che, allo stesso tempo, aiutino i neogenitori a prendersene cura. Sul mercato ci sono tantissimi accessori dedicati alla prima infanzia ma quelli indispensabili da avere sono i seguenti. 

Ciuccio 

Il ciuccio è un dispositivo che riesce a tranquillizzare e far sentire il bambino protetto. Quelli di ultima generazione sono progressivi cioè devono essere cambiati quando il bimbo cresce in quanto egli modifica anche l’anatomia della bocca. I ciucci si differenziano per grandezzaforma e materiale e in questo senso le tipologie sono due: quelle in silicone e quelle in gomma; queste ultime possono assorbire sapori e odori, quindi devono essere sostituiti più spesso. Tutti i ciucci sono progettati per evitare il soffocamento, la differenza tra gli uni e gli altri riguarda principalmente il decoro e il colore con cui sono realizzati. 

Set biberon  

Un set di biberon è un accessorio molto funzionale che può servire quando: 

  • Il latte materno scarseggia.
     
  • Il piccolo ha difficoltà a nutrirsi dalla mamma. 

Inoltre possono essere impiegati anche con l’avanzare dell’età per somministrare acqua, succhi e tisane. Il biberon è una piccola bottiglia in plastica o vetro, realizzata in varie grandezze, che termina con una tettarella, la quale può essere anche sostituita per adattarsi alla crescita del bambino. La maggior parte dei set comprende pure una pratica spazzolina che si può impiegare per la pulizia interna dei biberon. 

Passeggino trio 

Per le prime uscite del neonato è indispensabile avere una carrozzina ma, per essere preparati alle sue esigenze fino ai 3 anni, meglio scegliere il modello trio che in un unico accessorio comprende: 

  • Una carrozzina, costituita da una navetta cioè una struttura allungata simile a un lettino con una grande copertura che si può abbassare o alzare, a seconda delle esigenze. Da usare prevalentemente nei primi mesi di vita del bambino, è utile non solo per le uscite ma anche per i sonnellini durante la giornata.
  • Upasseggino, perfetto per le passeggiate a partire dai 6 mesi. 
  • Il seggiolino per l’autovettura, chiamato pure ovetto, data la sua forma tondeggiante; serve per trasportare il piccolo anche in auto, è dotato di un grande maniglione che permette di spostarlo facilmente. 

Fasciatoio per bagnetto 

Il fasciatoio per il bagnetto è un piccolo mobile molto utile da avere a casa. Si tratta di un accessorio multiuso che può essere sistemato in bagno o nella cameretta del piccolo e aiuterà i neogenitori a prendersi cura dell’igiene del nuovo arrivato. Si tratta di una superficie rialzata e imbottita su cui è più facile cambiare il pannolino, inoltre rimuovendo la parte superiore si ha a disposizione una vaschetta da riempire con acqua calda e utilizzare per i primi bagnetti. Molti modelli sono dotati anche di ripiani e contenitori dove tenere tutto il necessario per il cambio del bebè. 

Culla 

Nei primi tempi dopo la nascita si preferisce far dormire il nuovo arrivato a fianco al lettone e non nella sua cameretta, per tenerlo sempre sotto controllo durante i risvegli notturni. Una culla è l’ideale in questi casi infatti può essere posizionata a fianco al letto, dalla parte della mamma o del papà. La possibilità di ribaltare una sponda rende questo accessorio davvero indispensabile perché il bambino starà vicino ai genitori pur avendo il suo spazio dedicato. 

Questa guida è aggiornata al: